SEI IN > VIVERE LOCARNO > ATTUALITA'
articolo

C'è la firma per un nuovo casinò, Kursaal ha un nuovo partner

2' di lettura
153

Una rottura che sfocerà con ogni probabilità in un divorzio il rapporto fra la Kursaal Locarno SA con il Gruppo Ace di Zurigo.

La società Kursaal Locarno Sa ha infatti siglato nei giorni scorsi un contratto con Stadtcasino Baden Group, che gestisce il Grand Casino di Baden, e che fino a pochi mesi fa aveva una partecipazione nel Casinò di Davos. L’accordo riguarda l’affitto, a partire dal 2025, di parte dello stabile della Kursaal. Da parte sua, il gruppo argoviese intende presentare quest’anno al Consiglio Federale una domanda di concessione per la gestione di un Casinò a Locarno. Berna dovrebbe determinarsi sul rinnovo delle concessioni per le case da gioco svizzere già nell’autunno del 2023. L’intento di Kursaal Locarno è quello di trovare un nuovo partner per la gestione della casa da gioco ospitata all’interno dello storico stabile di Largo Zorzi, in vista della scadenza del contratto con l’attuale gestore, il Gruppo Ace, con sede a Zurigo.

È noto infatti che tra l’attuale gestore e Kursaal Locarno è in corso da tempo una vertenza. E la stessa Kursaal Sa, in una nota stampa, ha spiegato: “La decisione assunta unilateralmente da Casinò Locarno di non corrispondere il canone locativo pattuito per gli spazi che occupa e d’interrompere il versamento dei contributi alla Fondazione turismo Lago Maggiore e alla Fondazione cultura nel Locarnese (contributi pattuiti in altrettante convenzioni), ha compromesso il rapporto di fiducia che è indispensabile premessa per stipulare nuovi contratti, tanto più se di lunga durata”.

Kursaal Locarno sostiene inoltre di aver trovato “un nuovo partner contrattuale, affidabile e serio, con cui affrontare la sfida della procedura di concessione e guardare costruttivamente al futuro”.

Il contratto di affitto entrerà in vigore soltanto se Stadtcasino Baden Group otterrà la concessione per operare sulla piazza locarnese, e avrà una durata pari alla concessione stessa.



Questo è un articolo pubblicato il 20-01-2022 alle 19:15 sul giornale del 21 gennaio 2022 - 153 letture